La voce è preziosa, consigli su come proteggerla

Gola infiammata che impedisce di parlare.

La stagione autunnale aumenta le probabilità di contrarre mal di gola, abbassamenti di voce, tosse, raucedine, raffreddore; tutte condizioni di forte disagio, in particolare per chi utilizza la propria voce come strumento di lavoro.

Lo speaker professionista deve necessariamente imparare a proteggere le proprie corde vocali, così come tutti coloro (cantanti, insegnanti, oratori in genere) che ne fanno uso intensivo e questo non solo in concomitanza delle stagioni fredde.

Non vi è dubbio che un corretto stile di vita possa giovare in ogni momento dell’anno, è sempre bene:

  • non fumare
  • dormire a sufficienza
  • limitare i caffè
  • evitare alcol e droga
  • mantenere una buona postura corporale
  • respirare correttamente
  • evitare lo stress
  • bere molta acqua

 

Se alcune di queste queste regole possono essere semplici da seguire (o relativamente semplici), altre non sono dipendenti dalla nostra volontà.

Lo stress, ad esempio, è uno dei mali della nostra epoca, non stressarsi è davvero un traguardo invidiabile; per non parlare di disturbi come le allergie da polline, l’asma e i problemi dell’apparato respiratorio.

Ci sono poi i consigli per i mesi freddi:

  • consuma miele
  • aiutati con caramelle di eucalipto
  • profuma l’ambiente con olio essenziale di timo
  • indossa una sciarpa per proteggerti dai colpi di freddo

 

Se soffri spesso di mal di gola posso suggerirti di chiedere informazioni, al tuo medico o al farmacista di fiducia, riguardo gli integratori alimentari a base di propoli e acerola, utili per aumentare le naturali difese dell’organismo e prevenire gli stati infiammatori. Alcuni pediatri li prescrivono ai bambini molto piccoli proprio perché naturali, ma in ogni caso è bene non superare le dosi giornaliere consigliate. Mi è capitato di utilizzarne uno in versione spray e spesso pochi spruzzi sono stati sufficienti a cancellare un malessere iniziale.

Anche nelle mezze stagioni è consigliabile non abbassare la guardia e proteggere la voce indossando una sciarpa leggera o un foulard.

Se da un lato il lavoro di uno speaker radiofonico, in onda ogni giorno per una o più ore, può comprendere qualche giornata vocalmente negativa, lo speaker pubblicitario non può permetterselo.

Sappiamo bene che in uno spot pubblicitario, nel voice over di un video e in tutti i casi in cui viene richiesta una prestazione vocale professionale, la voce dello speaker deve rasentare la perfezione, non è contemplato avere cali di voce, raucedine o naso chiuso, ecco quindi che proteggersi dagli sbalzi di temperatura diviene fondamentale.

A questo punto vado a scegliere la sciarpa da indossare oggi, magari che faccia pendant con la mascherina… maledetto covid.

Condividi questo post
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Potrebbero interessarti

DEMO GRATUITA

ascolta il tuo spot
GRATIS
Paolo Zangani
speaker radiofonico e pubblicitario

Sono uno speaker radiofonico, professionista dal 1983. Credo di poter affermare, con assoluta certezza, quanto sia importante la forza comunicativa della voce in ogni ambito. Tutto il resto, sono parole…

Cerca
Ultimi post